L’uomo che ha venduto tutto ciò che aveva per i curare cani randagi e dorme su un tavolo accanto a loroLa storia del signor Antônio Anastácio, un uomo brasiliano la cui passione per gli amici a quattro zampe lo ha portato all’età di 58 anni ad allestire una fattoria rifugio nella quale dà ospitalità a oltre 800 cani.

(fanpage.it – Antonio Palma – 08/11/2022)

Immaginate una persona che rinuncia a tutto per dedicarsi alla sua passione, i cani, ma questo non basta e inizia a vendersi tutto per occuparsi a tempo pieno di loro fino a privarsi di ogni bene e a dormire persino su un tavolo tutte le notti con i suoi amati animali. È la storia del signor Antônio Anastácio, un uomo brasiliano la cui passione per gli amici a quattro zampe lo ha portato all’età di 58 anni ad allestire una fattoria rifugio nella quale dà ospitalità a oltre 800 cani a Marechal Deodoro, nello Stato dell’Alagoas.

La passione per i cani c’è sempre stata ma la svolta è arrivata dopo che il suo cane pitbull è morto di cancro. Da allora il signor Antonio ha deciso di mettere in piedi un rifugio per animali per ospitare randagi senza casa, diventando un attivista per i diritti degli animali. Ha messo suoi beni a disposizione della causa e ha venduto molte proprietà che aveva per acquistare una fattoria Marechal Deodoro.

Con le restanti rendite immobiliari per lungo tempo ha portato avanti la struttura. Non solo, insieme ad un gruppo ristretto di amici impiega tutto il suo tempo per occuparsi dei cani che raccoglie o che gli portano. Seu Antonio ad esempio fa da cuoco preparando il cibo per i cani che hanno bisogno di qualcosa di speciale per qualche problema di salute, ma si occupa anche di lavarli e si prende cura di loro ogni giorno.

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...